Giuseppe Cipolla

Visitare la Valle del fiume Platani in provincia di Agrigento è un’esperienza affascinante, ci si trova immersi tra dolci colline, sembrano disegnate, con picchi di roccia sulla sommità. Giuseppe Cipolla, classe 1979, ha lavorato nello studio di un notaio per 20 anni. Nella casa di famiglia a Passofonduto, decide negli anni di impiantare su suoli gessosi e calcarei delle vigne di Nero d’Avola, Nerello Mescalese, Catarratto e Zibibbo, tutti allevati ad alberello. Al momento sono un ettaro e mezzo vitati ed in prospettiva possono crescere fino a 5. La cantina è una piccola parte della casa di famiglia, più che una semplice cantina è un pensatoio, una fucina di idee ed esperienze che Giuseppe sta facendo, con la sua visione, con il suo gusto. Giuseppe Cipolla è un appassionato di vino, assaggia costantemente vini da ogni dove per confrontarsi, per crescere. I vini di Giuseppe sono una nuova lettura, che evolve di anno in anno, di prova in prova, da riflessioni notturne, ma che si condensano in una linea che parla chiaro.

“Passofonduto” è il cuore pulsante e sede del progetto agricolo nato nel 2014 nella Valle del Platani, tra la provincia di Agrigento e Caltanissetta, e più precisamente nell’area comunemente definita come «Serie Gessoso-Solfifera» della Sicilia Centrale Meridionale, tra grandi rocche di gesso, zone boschive, piante aromatiche e spontanee, orti, cereali, ulivi, mandorli e alberi da frutto.
I vigneti siti nella Valle del Platani vengono condotti in perfetta armonia tra ambiente, suolo, forma di allevamento, vitigno e uomo.
Massima espressione dei suoli, vendemmie parcellari, vinificazione artigianale, fermentazioni spontanee attraverso l’opera dei lieviti indigeni che partecipano all’effetto Terroir.

Filtra per
Resetta
Resetta